In ricordo della mia amata Trudina.

I miei amici animali, i miei lavoretti, le mie passioni.

giovedì 9 dicembre 2010

Una ghirlanda di ortensie e cristalli di neve



 

 Immagine Immagine

La scorsa primavera ho acquistato alcune piante di Ortensie "Annabelle" i cui fiori sono dei grossi "palloni" bianchi, molto durevoli sulla pianta ed adatti all'essiccazione una volta recisi. 

Da secchi assumono un colore verdastro, tenue.



Immagine


Li ho raccolti tutti e messi a seccare in garage, all'ombra, a testa in giù.


Mi son ritrovata quindi con tante belle "palle" di ortensia essiccate che ho usato per fare bouquet per la casa, per adornare il top di vecchi armadi ed ho anche riempito il cestone della legna che durante l'estate rimane vuoto. 
Pieno di ortensie era davvero carino! 

Ora il cestone della legna è ritornato a fare il suo "lavoro", quindi ho tolto i fiori secchi ed ho pensato di utilizzarli per fare una bella ghirlanda.

L'idea l'avevo vista su di una rivista (Casamia) qualche anno fa ...mi sono tenuta a mente quell'oggetto che tanto mi era piaciuto e, apportando le solite mie modifiche, finalmente quest'anno ho potuto realizzarla.

Ecco qua la bella ghirlanda con ortensie secche e "cristalli di neve"

Immagine




Immagine




Avevo in casa un cerchio di rami intrecciati, l'ho usato come supporto per i rametti di ortensie.

Li ho inseriti tutt'intorno al cerchio, facendo in modo che non restassero spazi vuoti.

Immagine


Immagine 

Immagine 

Avevo anche dei piccoli cuscinetti di tela color grigio/kaki imbottiti di cotone. Ho pensato di creare delle piccole "mascherine" per stencil, utilizzando dei fogli di carta bianca, piegati ed intagliati.

Immagine


Immagine


Immagine 


Immagine


Immagine 

Con un pennello per stencil, ho quindi riempito i buchi di colore, scaricando un poco il pennello prima di passarlo, picchiettando, sulle "mascherine".
Ho così creato, su ogni cuscinetto, un grazioso ricamo che richiama i cristalli di neve; con la malta sabbiata ho dato qualche effetto "neve" e con il glitter oro e argento ho regalato un po' di luccichio :



Immagine 


Immagine 

A questo punto non ho fatto altro che attaccarli alla ghirlanda, servendomi di una matassina di cotone da ricamo

Immagine 


Immagine 


Immagine 


Immagine 


Mi piace davvero tanto!!!!!  
 
Immagine 

Le ghirlande nude, di base, intrecciate, si possono fare anche in casa, con legni flessibili di recupero da potatura oppure con rami di piante aromatiche (dragoncello o finocchietto, sempre ottenuti da potatura)

Questa che ho usato per questo lavoretto, l'avevo in casa da anni...la comprai già fatta.


E' di ramoscelli piccoli e sottili, molto carina.


Invece, quella che si vede sul camino, con i gufetti, l'ho fatta io con tralci di Vite Canadese del mio giardino.

Sono senz'altro facili da fare, basta raccogliere rametti flessibili, dargli la forma, aiutandosi ad esempio con dei vasi capovolti (qui vedete rametti di finocchietto selvatico, da potatura)

Immagine


e lasciarle essiccare per un certo periodo. Quindi decorarle a piacere:

Immagine

Per le ortensie: queste bianche diventano verdine; restano bianche sulla piante per tantissimo tempo, e, se non tagliate, diventano verdine dopo un mesetto, e forse più, dalla fioritura.
Io le ho tagliate già verdine e poi le ho fatte essiccare; mi spiaceva togliere quei bellissimi palloni bianchi, volevo godermeli il più a lungo possibile nel giardino. 
Quelle colorate dovrebbero mantenere il colore lasciandole essiccare a testa in giù in luogo asciutto ma buio, oppure ci sono modalità diverse che utilizzano i cristalli di silicio. Anche in quel caso i colori rimangono abbastanza inalterati.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i Vostri graditi commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...